Commissione centrale per gli esercenti le professioni sanitarie

di: Maria Teresa Camera

Esaurito

Prezzo: 22.00 €


Le professioni sanitarie, già costituite su base democratica, in Ordini (medici chirurghi, odontoiatri, medici veterinari, farmacisti) e Collegi (ostetriche, infermieri professionali, delle assistenti sanitarie e delle vigilatrici d'infanzia, tecnici sanitari di radiologia medica), per la loro rilevanza sociale sono posti non soltanto a tutela dell’esercizio professionale, ma anche nell’interesse del bisognoso dell’assistenza. Avverso i loro provvedimenti, adottati in materia di iscrizione e cancellazione dagli albi professionali, sanzioni disciplinari e procedimento elettorale, il legislatore, già prima dell’entrata in vigore della Costituzione, con il d.lgs.C.p.S. 13 settembre 1946, n. 233 e relativo regolamento di esecuzione approvato con d.P.R. 5 aprile 1950, n. 221, ha previsto un procedimento giurisdizionale innanzi alla Commissione centrale degli esercenti le professioni sanitarie.
Il presente lavoro si suddivide in tre parti: la prima tratta della costituzione degli Ordini e Collegi e delle Federazioni nazionali; la seconda della Commissione centrale degli esercenti le professioni sanitarie; la terza del processo, commentando i testi normativi con ampi richiami alla giurisprudenza della Corte costituzionale, della Corte di cassazione, del Consiglio di Stato e della Commissione centrale degli esercenti le professioni sanitarie. L’opera consta anche di un’appendice normativa e di un formulario.

Nessun aggiornamento disponibile

Fai clic sui link per scaricare i file


Pagine: 190